Questo blog per parlare della casa abitata per esplorare il mondo dell’abitare nel suo aspetto intimo, filosofico ed esistenziale -quello più impalpabile e che tuttavia traccia l’estetica dello spazio, per segnalare e commentare pubblicazioni su questo argomento.

L’autrice,

Lilli Bacci  dopo aver lavorato in passato con il Comune di Firenze come socio educatrice si è laureata in Antropologia Sociale con una ricerca sugli spazi abitati che sono da sempre centro del suo lavoro e del suo interesse. Libera professionista, lavora da anni come art director, stylist e visual per servizi fotografici, stand, negozi nel settore arredamento, tessili, oggettistica e accessori e allestisce mostre ed eventi portando attenzione e uno sguardo antropologico sull’interno del mondo della “casa”.  http://lillibacci.com

Sensibile ai temi ambientali e sociali nel 2007 diventa socia BestUp – bello equo e sostenibile, associazione non profit per la divulgazione di principi e pratiche della ecoefficienza, dell’ecodesign e della sostenibilità attraverso il Circuito per la promozione dell’abitare sostenibile con iniziative editoriali, progetti formativi, mostre e fiere in particolare da lei curate. Nel 2011 ha creato con Roberta Bonaiti lo StudioApp per proporre soluzioni ecosostenibili
 per mostre, fiere, negozi ed eventi affinchè anche gli allestimenti, spesso architetture effimere e onerose sia a livello ambientale che economico,  possano far parte di un ciclo virtuoso: utilizzazione di materiali ecologici, trasportabilità, ciclo di produzione breve, basso costo.

Da oltre 10 anni offre la sua competenza attraverso una rubrica Visual sulla rivista Ambiente Cucina, IlSole24ore Edizioni.

Nel settembre 2011 è uscito un estratto del suo lavoro “Sentirsi a casa: un metodo antropologico nell’osservazione di spazi abitati.” all’interno del libro “Architetture del desiderio” a cura di Bianca Bottero, Anna Di Salvo e Ida Farè – Liguori Editore, Napoli. Gestisce un blog tematico sul “sentirsi a casa” , tendenze ed emozioni sul nostro lifestyle, http://sentirsiacasa.com e la pagina facebook sullo stesso argomento.